«Aria... non sei più tu»

(Lorenzo "Jovanotti" Cherubini - Danijel Vuletic)





Aria, da quando tu non sei più tu.
Vivi, costretta in clandestinità,
chiara, piena di quel profumo che
inebriava i sogni miei.

Pura come una vergine eri tu,
vivi, stuprata dalla civiltà.
Chiusa, ridotta già in cattività
non puoi curar più i nostri guai.

Tu che sei la madre condannata a morte
dai figli tuoi e dal sangue del tuo sangue.
Leggi di giunte comunali
con dentro i porci che decretan la tua morte.

Lo Celentan sempre lo disse,
odia chi distrugge le città.
Canta, da quella notte di via Gluck
il pianto dell'umanità.

Raccontami di come, di com'era dolce il sesso
e poi ancora di com'era forte il vento.


Thanks to Massimo Milazzo.
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.