«Dormi Amore»

(Mogol - Gianni Bella, 2007)





Questo gran silenzio quasi fa rumore,
sono ancora sveglio e sto ascoltando il cuore.
Fuori nell'immenso domina la notte
mentre i miei pensieri fanno ancora a botte.
Quale strada ha scelto questo mio destino? sapere dove andrò...

Come un vento cogli alberi, vedrai, muoverò.
Sfiorerò le ginestre giù per mille sentieri.
Dormi amore, non ti svegliare, no, non temere.
Con altre mani ti accarezzerò...

Con l'aiuto dei gabbiani disegnerò
impossibili figure che potrai interpretare.
Dormi amore, non ti svegliare,
no, non temere...
Con altre mani ti accarezzerò.

Io ci sarò, ovunque tu sarai.
Il mio respiro sentirai.

Dietro la finestra mille luci in cielo,
io che da bambino ero in cima a un melo.
Brividi di freddo, questo mio pigiama,
forse un po' leggero oppure il cuor che trema.
Quale strada ha scelto questo mio destino? sapere dove andrò...

Con il vento sulle fronde per te suonerò,
nel silenzio della notte le canzoni che amavi.
Noi due soli, tristi e sereni,
ma ancora uniti, con altre mani ti accarezzerò.

Con le braccia spalancate laggiù volero,
scivolando nelle valli tra le verdi colline.
Dormi amore, non ti svegliare,
tra poche ore io con un bacio ti risveglierò.

Ovunque sarai, accanto mi ritroverai.

choir:
Dietro la finestra mille luci in cielo,
io che da bambino ero in cima a un melo.
Quale strada ha scelto questo mio destino?

Questo gran silenzio quasi fa rumore,
sono ancora sveglio e sto ascoltando il cuore.
Fuori nell'immenso domina la notte
mentre i miei pensieri fanno ancora a botte.
Quale strada ha scelto questo mio destino?

Dietro la finestra mille luci in cielo,
io che da bambino ero in cima a un melo.
Brividi di freddo, questo mio pigiama,
forse un po' leggero oppure il cuor che trema.
Quale strada ha scelto questo mio destino?


Thanks to Massimo Milazzo.
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.