«Fiori»

(Giovanni "Neffa" Pellino)





Svegliati nel sole che sta nascendo,
quanta strada ho fatto per arrivare in tempo.
Ora lascia i sogni che abbiamo chiuso dentro,
sussurrare ancora nel vento.

Tornano alla luce i miei occhi stanchi,
tutto il mio futuro è adesso che mi guardi.
Prima c'era il vuoto di queste stanze così grandi
e i silenzi troppo ingombranti.

Per noi che abbiamo avuto tutto il mondo contro
e già sappiamo che si prova a stare in fondo.
Per noi dev'esserci un'uscita sull'esterno
e un giorno dopo quest'inverno.

Dimmi che è l'istante che hai atteso sempre
e ora che ci siamo non serve a dirci niente.
Siamo stati soli anche quando c'era troppa gente
nella nebbia controcorrente.

Per noi che abbiamo avuto tutto il mondo contro
e già sappiamo che si prova a stare in fondo.
Per noi dev'esserci un'uscita sull'esterno
e un giorno dopo quest'inverno.

choir:
Sentimi vicino a te...
Sentimi vicino a te...
  
E come i fiori aperti,
che credevamo persi,
ritorneranno i giorni
senza la pioggia su di noi...
E come i giorni aperti


Thanks to Massimo Milazzo.
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.