«In quale vita»

(Mogol - Adriano Celentano - Gianni Bella)





Ma dov'è
è la mia forza dov'è
quel respiro profondo nostro dov'è
è nella ricca borsa della spesa
o nel silenzio di una grande offesa
ma dov'è
che posso,
che posso ritrovare me
ma dov'è
che posso ritrovare me

In un guerriero vittorioso
Nel sorriso di uno sposo,
in un atleta là sul podio
o chiuso dentro in un armadio
nell'entusiasmo di un bambino
o nell'applauso di un dentino
quando esplode dentro a un treno
tutta la rabbia di un veleno

In quale vita?...In quale vita?...
Nella pazienza...quando è infinita

Nella sosta in autogrill,
nell'attesa di un caffè,
nel guidizio tollerante
di un coatto un pò ignorante

nella faccia della gente
che ha un bel sole sulla fronte
ma l'innocenza di chi ascolta
che non si lamenta mai
In quale vita... sta la mia vita...
In quale vita... sta la mia vita...

ma dov'è
che posso,
che posso ritrovare me

Nella braccia di un amante
Bella, morbida e ardente
Nel profondo sentimento
Di una donna che non mente

Nell'immagine riflessa
Di un miraggio che poi passa
Nel futuro misterioso
Di un destino che è precluso

in quale vita...stà la mia vita...
in quale vita...nella pazienza...
o nei silenzio di una grande offesa
non lo fà...sai già...sai già...
non lo fà...sai già...che posso

O nel silenzio di una grande offesa.
.....................
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.