«Mi vuoi»

(Ivano Fossati - Oscar Prudente, «È Amore», 1977)





Mi vuoi?
Ti sembra strano che sia qui?
Mi vuoi?
Così di notte arrivo qui
è strano, ma
che vuoi?
Non ho mai smesso di giocare, sai?
Mi vuoi?
Ancora insieme, ancora noi,
ci stai?
Vuoi?
Pentita no, pentirsi mai,
sto bene, ma
vorrei
salire contro la corrente
perché certo li
sei.

Mi vuoi?
Io t'ho tradito, t'ho giocato, sai?
Mi vuoi?
Io che tornavo, non tornavo
il tuo lasciarmi libera.
Ti parlo e il sangue sale nella mente
ed il respiro accelera.
Mi vuoi?


Mi vuoi o non mi vuoi lo sai
Non sono quella che vorrei e tu
che uomo sei?
Ti sembra strano che sia qui
di notte arrivo qui?


Mi vuoi?
Ti sembra strano che sia qui?
Mi vuoi?
Così di notte arrivo qui
è strano, ma
che vuoi?
Non ho mai smesso di giocare, sai?
Mi vuoi?
Io t'ho tradito, t'ho giocato, sai?
Mi vuoi?
Io che tornavo, non tornavo
il tuo lasciarmi libera.
Ti parlo e il sangue sale nella mente
ed il respiro accelera.
Mi vuoi?


Thanks to Primavera.
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.