«Una rosa pericolosa»

(Mogol - Adriano Celentano, 1999)





Non provocarmi mai
Non provocarmi mai
Scoppia la guerra tra noi
Femminilità
Son d'accordo ma
Ma non marciarci sai
Non distruggere questo amore mai
E' tutto ciò 
Che tu hai
Quanti brividi dai 
Con quello sguardo.
Provochi

Tu accendi i fiammiferi
Che poi si spengono 
E il buio ritorna.
Perché lo fai?
Ci son pericoli
Che non si vedono 
Non sono evidenti ti accorgi poi

Tu sei una cosa
Pericolosa e preziosa
Dipinta di rosa 
Che per il freddo non sboccia mai
Nemici noi
è un dolore sai
Se giochi tu
Io non gioco più.

I fuochi divampano 
Li accende il tuo fascino
Non sai rinunciare?... E allora vai...

(Oltre i limiti
C'è l'ignoto sai
Pensaci bene o resti o vai.)

Tu sei una cosa 
Pericolosa e preziosa
Dipinta di rosa
Che per il freddo non sboccia mai
Nemici noi
è un dolore sai
Se giochi tu
Io non gioco più.

I fuochi divampano 
Li accende il tuo fascino
Non sai rinunciare?... E allora vai...
Oltre i limiti
C'è l'ignoto sai
pensaci bene o resti o vai
pensaci bene o resti o vai
o resti o vai
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.