«Una storia d'amore e di coltello»

(Corbucci - G. Santercole)





Solo per amore nun se vive
Io ce l'ho scritto ner destino
Scorpito sulla mano
C'è n'artra cosa più importante
Pe quella ce se campa
Pe quella se more

Un uomo vero pe l'onore
Se fa spacca pure anco er core
Perché la vita  nun è vita
Se chi la deve vive
L'onore nun ce l'ha
E pure se io t'amo tanto
Nun posso ave rimpianto
E me ne devo annà.

Tornerò
Nun me ne andrò mai più
E co te der monno sarò e re
Ma se tu nun me vedrai tornà
Sappi che l'ho fatto pure pe te.

Tramonta er sole a mano a mano
Attorno a noi diventa scuro
Spariscono le cose
Ma non sparisce dentro ar petto
Sta smania che tormenta
Sta fiamma che abbrucia
Chiedo perdono der dolore
De li sospiri delle pene
amore mio te vojo bene
cor pianto dentro er core
me devo rassegnà
a fatte solo una carezza
perché è mentre tu dormi
io me ne de annà.

Tornerò
Nun me ne andrò mai più
E co te der monno sarò e re
Ma se tu nun me vedrai tornà
Sappi che l'ho fatto pure pe te.

ve-vi-vo-ve-va
..............
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.