«Io non volevo»

(Adriano Celentano, 1998)





LUI:
Inciampavi sempre e mi cascavi addosso
e intanto che io ti tiravo su 
casualmente la tua mano andava giù
ad appoggiarsi dove non si può
e poi guardandomi fissa dentro gli occhi
con una gran faccia tosta mi dicevi:
io non volevo mi scusi non volevo
io non volevo mi scusi non volevo

LEI:
Mi sembra di capire che il trauma l'hai superato
a distanza di pochi mesi vedo che
che con la scusa di prendermi e tirarmi su
sento il calore di una mano che
sta lentamente scendendo lungo il seno
e mentre seguiti a scendere mi guardi
mi guardi e stupidamente poi mi dici:
io non volevo mi scusi non volevo

dolcemente tu lo fai
anche se io non vorrei
ma senza dite
io mi perderei
mi perderei

LUI:
Quel gesto

CORO:
lei si muove già 

LUI:
che fai

CORO:
lei si muove già 

LUI:
voltata

CORO:
e di spalle poi

LUI:
di spalle

CORO:
lei si appoggia a lui

LUI:
vestita

CORO:
col sua vestito che

LUI:
di nudo

CORO:
leggero sfiora il suo corpo

LUI:
leggera

CORO:
e si sbottona un po'

LUI:
leggera

CORO:
e si sbottona un po'

LEI:
mi piace

CORO:
lui si perde

LEI:
baciarti

CORO:
suoi seni palpitanti

LEI:
sentirmi

CORO:
e nelle profonde oscurità
del suo corpo

LEI:
toccare
le mani tue sorpa
la mia pelle

CORO:
si danno

LEI:
mi danno

CORO:
sente un brivido lei

LEI:
un brivido

CORO:
sente un dolce brivido lei
- un brivido lei

LEI:
un brivido

CORO:
ardon di febbre gli
occhi suoi

LEI:
un brivido

CORO:
mentre in vento
li accarezzerà
Использование и копирование материалов сайта
разрешается только с обязательной ссылкой на Celentano.RU,
с указанием авторства статей и переводов.